Energie rinnovabili, è boom per le mini-centrali 

In un solo anno gli impianti di piccola e media taglia per la produzione di energia elettrica sono più che raddoppiati, passando da 159.878 a 335.318. La cosiddetta “generazione distribuita”, ovvero gli impianti di piccola taglia diffusi sul territorio, deriva per l'80 per cento da fonti rinnovabili e, in particolare, da fotovoltaico e rappresenta ormai circa il 10 per cento dell'intera produzione elettrica nazionale.

I dati sono contenuti nel Settimo Monitoraggio della generazione distribuita dell'Autorità per l'energia, dal quale emerge che le regioni al top per produzione da generazione distribuita sono la Lombardia, il Piemonte e l'Emilia Romagna con oltre un terzo del totale.

Nel 2011 la produzione lorda degli impianti di generazione distribuita ha raggiunto i 29,2 TWh; rispetto all'anno precedente, la produzione di energia elettrica è cresciuta del 47,4 per cento, principalmente da impianti fotovoltaici (+458,3) e, in parte residuale, da impianti termoelettrici (+ 21,7 per cento) ed eolici (+4 per cento), mentre risulta in calo (-8,75) la produzione da fonte idroelettrica.

Degli oltre 335mila impianti censiti, per una potenza efficiente lorda complessiva pari a 17.911 MW (circa il 14,6 per cento della potenza efficiente lorda del parco di generazione nazionale), la quasi totalità (oltre 332mila) è di piccole e piccolissime dimensioni.

Un ulteriore elemento che emerge dal monitoraggio è la notevole riduzione della potenza media installata per impianto, che registra un calo da 0,42 MW del 2007 fino a 0,05 MW nel 2011; allo stesso modo, la produzione media per impianto è diminuita dai 1,29 GWh per impianto nel 2007 fino a 0,09 GWh per impianto nel 2011. Per maggiori informazioni, consulta il sito http://www.fattoriedelsole.org/.

2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti