La stampa inglese attacca il Prosecco con le fake news 

Con la Brexit si rafforza lo spirito protezionista della Gran Bretagna e il quotidiano “The Guardian'” attacca con fake news il Prosecco che è il vino più apprezzato dai britannici che vantano un record di 40 milioni di litri stappati solo l'anno scorso. E’ quanto afferma la Coldiretti nel denunciare che il popolare quotidiano d’oltremanica lancia on line la bufala sui rischi estetici alla dentatura da un consumo eccessivo delle prestigiose bollicine Made in Italy insieme ad altri 6 bizzarri motivi conditi dall’ humor tipicamente inglese.

Nell’articolo si arriva addirittura a sostenere che il mix di bollicine, alcol e zucchero nel calice rovini lo smalto dei denti con il dentista Mrvyn Druian, del London Centre for Cosmetic Dentistry che mette in guardia in particolare le donne. Anziché prendersela con le bevande zuccherate e gassate più diffuse si attacca strumentalmente un prodotto naturale.

Un tentativo maldestro per screditare il Prosecco dopo che la Gran Bretagna è diventata nel 2016 il primo mercato mondiale di sbocco dello spumante italiano con le bottiglie esportate che hanno fatto registrare un aumento record del 33% per un valore di 366 milioni di euro mai registrato prima. In Gran Bretagna sono state spedite il 30% delle bottiglie esportate, in pratica quasi 1 su 3. Una dimostrazione dell’apprezzamento conquistato dalle bollicine italiane anche per l’ottimo rapporto prezzo qualità che ora si cerca di frenare con stravaganti menzogne.

Le esportazioni di Prosecco secondo la Coldiretti nei primi cinque mesi del 2017 hanno fatto infatti registrare un aumento del 12% mentre la media dei prodotti agroalimentari italiani è rimasta praticamente stabile, per l’effetto della svalutazione della sterlina ma forse anche un atteggiamento più nazionalista da parte degli inglesi che porta alla sostituzione dei prodotti di importazione.

2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti