il Punto Coldiretti

Imprese forestali, ecco i requisiti per l’iscrizione negli albi regionali

Eseguire lavori o fornire servizi nel settore forestale e ambientale; svolgere attività di prima trasformazione e commercializzazione dei prodotti legnosi (tronchi, ramaglie e cimali) congiuntamente ad almeno una delle attività di gestione forestale; iscrizione nel registro delle imprese per l'esercizio di attività di gestione forestale, secondo quanto previsto dal Testo unico in materia di foreste e filiere forestali (decreto legislativo 34/2018); non essere in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo; non aver riportato nei tre anni precedenti alla richiesta di iscrizione condanna penale definitiva per violazioni delle norme in materia ambientale, paesaggistica, forestale, del lavoro e di sicurezza dei cantieri; titolare o addetto assunto a tempo indeterminato in possesso di competenze specifiche professionali.

Sono alcuni dei requisiti definiti dal decreto Mipaaf pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12 maggio per l’iscrizione delle imprese che eseguono lavori forestali negli elenchi o albi regionali. Sulla stessa Gazzetta ufficiale è stato anche pubblicato il decreto con i criteri minimi nazionali per la formazione professionale degli operatori forestali e per l'esecuzione degli interventi di gestione forestale. I due decreti fanno parte di un pacchetto che complessivamente annovera 9 decreti che una volta approvati completeranno l’iter di approvazione del Testo Unico Forestale. Tra questi il decreto relativo alla Strategia Forestale Nazionale in consultazione pubblica entro il prossimo 28 maggio.

Successivamente la SFN verrà approvata con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con il ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo e il ministro dello Sviluppo economico e d'intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano. Speriamo in tempi brevi. Attendono di ultimare l’iter i infine i decreti attuativi relativi a Pianificazione, Viabilità, Esonero Compensazioni e Aree abbandonate e neoformazione.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi