il Punto Coldiretti

E’ Don Paolo Bonetti il nuovo Consigliere ecclesiastico nazionale della Coldiretti

“La forza, la capacità di impegno, l'assunzione di  responsabilità di  Coldiretti  vengono da  lontano. Partendo dalla sua storia possiamo aprirci a un realismo fiducioso, frutto del suo patrimonio etico e spirituale, bussola per muoverci  sui  nuovi   scenari  senza  disperdere  gli  orizzonti valoriali”.

E’ uno dei passaggi del discorso di Don Paolo Bonetti in occasione della sua nomina a Consigliere ecclesiastico nazionale della Coldiretti, disposta dal Consiglio Episcopale Permanente della Conferenza Episcopale Italiana. Il sacerdote prende il posto di Padre Renato Gaglianone, cui va il ringraziamento della Confederazione per il prezioso lavoro svolto in questi anni. 

Don Paolo è dal 1986 consigliere ecclesiastico provinciale della Coldiretti Gorizia, mentre dal 1999 ha assunto l’incarico regionale del Friuli Venezia Giulia. “Sono sempre stato orgoglioso di far parte di questa grande e prestigiosa Organizzazione - ha spiegato il neoconsigliere ecclesiastico  nazionale -. La mia nomina cade in un momento di grande difficoltà in cui versa la nostra nazione. Una nomina che testimonia la grande considerazione  della  Chiesa  italiana  verso  Coldiretti  e  il suo ruolo di responsabilità nella società. C’è ancora qualche spiraglio di luce? La Chiesa vede nei giovani e nelle donne i nuovi soggetti della speranza. I giovani se aiutati possono portare  creatività,  dinamicità,  passione,  composta di sensibilità costruttiva e intelligenza pratica.

Il mondo dell'agricoltura ha oggi più che mai bisogno di interpreti coraggiosi e  motivati. Le donne  poi sono una risorsa da accogliere perché non offrono solo un lavoro debole ma nuova coscienza che sa unire ruoli gestionali di tipo professionale con doti personali, di cuore e di intelligenza.

Qualche spiraglio di luce viene sicuramente dalla presenza in Coldiretti del mondo dei pensionati che sono memoria storica di conoscenze e di esperienze, testimoni di continuità dell'azienda e della risorsa del lavoro anche fino a tarda età.

Sono lieto di poter crescere assieme a voi, condividendo le speranze e le aspettative del mondo rurale. Speranze condivise anche dalla Chiesa in questo anno della Fede indetto da Papa Benedetto XVI, un anno in cui scoprire la vita buona che viene dalla fede, cogliendola nel vissuto ordinario con le sue opportunità”.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi