il Punto Coldiretti

Dal 22 febbraio l’invio delle domande per gli aiuti alla filiera del latte di bufala

In arrivo gli aiuti per la filiera del latte di bufala. Devono essere inviate dal 22 febbraio all’8 marzo 2021 le domande per la richiesta di contributi a favore della filiera del latte bufalino. L’Agea ha pubblicato la circolare con le istruzioni.

Sono ammesse all’aiuto le imprese di trasformazione del latte bufalino che abbiano acquistato latte di bufala nel periodo aprile-giugno 2020 e trasformato in mozzarella di bufala campana Dop.

L’aiuto concesso è fino a 20 centesimi al litro di latte. L’importo unitario è determinato in base al rapporto tra l’ammontare dei fondi stanziati e i litri di latte di bufala per i quali è stata presentata domanda di aiuto. L’aiuto – spiega l’Agea - è concesso nel limite di spesa di 2 milioni di euro per l’aiuto de minimis e di 2 milioni per l’aiuto nell’ambito del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19”.

In caso di superamento dei fondi annuali disponibili, l’Op Agea procederà ad applicare una riduzione dell’aiuto previsto mediante l’adozione del taglio lineare.

E’ necessario dunque che i soggetti beneficiari si rivolgano al Caa Coldiretti che fornirà l’assistenza necessaria per la definizione e per l’invio della richiesta ad Agea.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi