il Punto Coldiretti

Polizze agevolate 2022: istruzioni Agea per la presentazione del Pai

Istruzioni dell’Agea per la presentazione del Piano assicurativo individuale (Pai) propedeutico per accedere ai contributi comunitari per le assicurazioni agevolate (Misura 17 - Gestione del rischio, Sottomisura 17.1 - Assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante) relativi alla campagna 2022.

Il documento – spiega Agea – è fondamentale e indispensabile ai fini della stipula della polizza assicurativa agricola agevolata e la successiva presentazione della domanda di sostegno.
Nel Piano di gestione dei rischi in agricoltura (PGRA) 2022, approvato con decreto 31 marzo 2022, è stata confermata l’adozione dei Valori Standard quale metodologia per la determinazione del valore della produzione storica e, quindi, dei valori massimi assicurabili ai fini del calcolo dell’importo da ammettere a sostegno.

In corso di pubblicazione è il decreto sull’individuazione degli Standard Value 2022 relativi alle produzioni vegetali, incluse le uve da vino Dop e Igp. La novità introdotta dal decreto in arrivo è rappresentato dai coefficienti di maggiorazione da applicare al valore standard della produzione convenzionale corrispondente alla produzione biologica.

Il Pai 2022 va predisposto utilizzando le informazioni contenute nel Fascicolo aziendale che deve risultare aggiornato e in linea con le scelte assicurative dell’agricoltore. Ciascun Pai costituisce uno strumento propedeutico alla definizione del contratto assicurativo e documento necessario da allegare alla polizza individuale o al certificato di polizza collettiva per la richiesta del contributo. Sono considerati ammissibili i soli Pai sottoscritti dall’agricoltore e rilasciati nel sistema Sian.

Nel Pai 2022 – precisa Agea - l’agricoltore non deve dichiarare le rese degli ultimi 5 anni, ma un unico valore corrispondente al valore della produzione storica, ovvero la media del valore della produzione degli ultimi tre anni o degli ultimi cinque anni escludendo l'anno con il valore più alto e quello con il valore più basso. Col Pai della campagna di quest’anno si applicano i Valori Standard per i prodotti biologici che riportano una maggiorazione dei valori dei corrispondenti prodotti convenzionali secondo un coefficiente stabilito con il prossimo decreto Mipaaf.

Nel Piano gestione rischi sono entrate nuove fitopatie assicurabili o assoggettabili a copertura mutualistica, per la Moria del Noce e dei kiwi, la Monilia, la Black Rot e l’Escoriosi per l’uva, e l’integrazione dell’elenco delle infestazioni parassitarie con il Ragnetto rosso e gli Afidi. Si prevede inoltre l’ampliamento delle colture e delle tipologie colturali e cioè Camelina sativa; l’Uva da vino Igp e Dop sotto impianto antibrina, e tra le piante officinali, il Sambuco comune, la Rosa e la Verbene odorosa.

La nuova impostazione del Pai, rispetto al precedente modello basato su rese storiche e prezzi di riferimento, consente all’agricoltore di dichiarare il valore della produzione storica, mantenendo il medesimo controllo sulla superficie aziendale.

Il Pai va presentato in via telematica ed è valido solo se rilasciato antecedentemente alla sottoscrizione delle polizze salvo che non sia stata presentata la Manifestazione di interesse 2022.
Gli agricoltori possono dunque recarsi presso i Caa Coldiretti per chiarimenti e supporto per gli adempimenti.

 

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi