il Punto Coldiretti

La Russia potrebbe vietare del tutto i prodotti Ogm

La Russia si accinge a vietare la produzione di Organismi geneticamente modificati sul proprio territorio e sta studiano misure restrittive sulle importazioni di prodotti trangenici. La notizia viene dal portale russo Voice of Russia dopo che aluni deputati hanno presentato un progetto di legge in materia.

Alcuni parlamentari russi presenteranno alla Duma un progetto di legge, che limita fortemente le importazioni agricole di prodotti geneticamente modificati, e ne vieta del tutto la loro produzione interna, secondo quanto riportato dal canale satellitare Russia Today.
Questo progetto di legge rappresenta un emendamento alla legge gia' in vigore "sulla sicurezza e la qualita' dei prodotti alimentari", che fissa le norme concernenti il contenuto massimo di elementi transgenici e geneticamente modificati negli alimenti. (…)
Evgeny Fyodorov, autore del progetto di legge, e membro del partito politico Russia Unita, ha fatto notare che il progetto di legge non prevede un divieto totale delle importazioni di prodotti geneticamente modificati, ma ne impone un controllo da parte del governo. Fyodorov ha, poi, aggiunto che, entro due settimane, il progetto di legge sara' presentato alla Duma, per essere sottoposto a un'attenta disamina.
Yakov Lyubovedsky, direttore del sindacato russo dei produttori agricoli biologici, sostiene che l'approvazione del progetto di legge dimostrera' se la Duma e' in grado di difendere l'indipendenza del paese, e gli interessi della popolazione. Lyubovedsky ha, inoltre, dichiarato che gli Ogm rappresentano un esperimento sull'umanita' stessa, e ha sottolineato come l'industria puo' fare molto bene senza piante e animali migliorati geneticamente.
Ma, come suggerisce Arkady Zlochevsky, presidente del sindacato dei produttori cerealicoli, questa misura e' destinata ad avere un effetto devastante sul settore agricolo russo, poiche' gli agricoltori verranno privati di una moderna tecnologia, mentre i loro competitori stranieri continueranno a poter esportare i propri prodotti in Russia.
Il presidente del sindacato ha, poi, fatto notare come le limitazioni siano destinate a creare la minaccia di una pericolosa e incontrollata diffusione di colture geneticamente modificate illegali.
Il progetto di legge sara' presentato alla Duma nel giro di due settimane, e i suoi autori sostengono che abbia buone possibilita' di essere approvato. [portale – a cura di agra press]

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi