il Punto Coldiretti

Sisma, riprendono dal 1° giugno i pagamenti dei contributi Inps

Riprendono dal 1° giugno, senza sanzioni e interessi, gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali sospesi nei territori delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici del 24 agosto, 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e fino all'8 gennaio 2017. Inizialmente si doveva tornare in cassa il 31 gennaio 2019, poi il termine è stato prorogato dalla legge di Bilancio 2019. Lo precisa l’Inps con la circolare 48.

Si può pagare in un’unica soluzione entro il 1° giugno prossimo e le indicazioni saranno date dall’Inps in un successivo messaggio oppure sarà possibile pagare in 120 rate di pari importo sempre a partire da giugno.

I termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per le attività esecutive da parte degli agenti della riscossione e i termini di prescrizione e decadenza relativi all’attività degli enti creditori riprendono dal 1° gennaio 2020.

La circolare ricorda anche che le agevolazioni previdenziali per la Zona Franca Urbana Sisma Centro Italia sono state estese anche ai periodi di imposta 2019 e 2020.

Nella circolare sono indicate le modalità per ciascuna categoria di aziende di utilizzo del credito verso l’Erario anche attraverso la riduzione dei versamenti dei contributi obbligatori già effettuati all’Inps.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi