il Punto Coldiretti

Versamenti volontari per la pensione, ecco come fare

I coltivatori diretti, coloni e mezzadri che interrompono l’attività lavorativa possono chiedere all’Inps l’autorizzazione a proseguire volontariamente la contribuzione.
Una volta versati, i contributi volontari servono ad aumentare il numero dei contributi utili a pensione. Possono essere, quindi, utilizzati da chi è prossimo al sospirato traguardo e non ha contributi sufficienti o anche da chi, raggiunto il diritto, vuole esclusivamente incrementare la misura della propria pensione.

Requisiti
Per poter proseguire volontariamente la contribuzione, i coltivatori diretti devono avere cinque anni di contribuzione effettiva, in qualunque epoca versata o, in alternativa, tre anni di contribuzione (pari a 156 settimane) nei cinque anni precedenti la domanda.
Non possono essere autorizzati ai versamenti volontari coloro che svolgono attività lavorativa dipendente, autonoma o libero professionale, i titolari di pensione di vecchiaia, di anzianità e di inabilità.

La domanda
I coltivatori diretti che sono in possesso dei requisiti di legge possono presentare, tramite il Patronato Epaca, domanda all’INPS, sull’apposito modulo a cui deve essere allegato il certificato di cancellazione dagli elenchi e l’indicazione della fascia di reddito assegnata al titolare dell’azienda.

A seguito dell'autorizzazione, l'Inps invia a domicilio i bollettini prestampati, con i quali effettuare i versamenti. Il pagamento è trimestrale, e deve essere effettuato entro il:
• 30 giugno per il trimestre gennaio - marzo;
• 30 settembre per il trimestre aprile - giugno;
• 31 dicembre per il trimestre luglio - settembre;
• 31 marzo per il trimestre ottobre - dicembre.

Per ottenere l’accredito dei contributi volontari è di fondamentale importanza rispettare le scadenze prefissate. Basta anche un solo giorno di ritardo per perdere la copertura del trimestre di riferimento. Le somme versate in ritardo sono, comunque, rimborsate dall’Inps, oppure, possono essere trasferite a domanda sul trimestre successivo.

IMPORTO CONTRIBUTI SETTIMANALI PERI COLTIVATORI DIRETTI MEZZADRI, COLONI E IMPRENDITORI AGRICOLI PROFESSIONALI (dal 1° gennaio 2010)

Classi di reddito settimanale

Contributo settimanale dovuto

Fino a € 206,13

€ 51,39 se autorizzati entro il 31 dicembre 1995

€ 57,84 se autorizzati dopo il 31 dicembre 1995

Oltre € 206,13 Fino a € 274,84

€ 51,39 se autorizzati entro il 31 dicembre 1995

€ 57,84 se autorizzati dopo il 31 dicembre 1995

Oltre € 274,84 Fino a € 343,55

€ 64,61

Oltre € 343,55

€78,55

 

Raccomandiamo a tutti gli interessati di rivolgersi al Patronato Epaca: gli operatori forniranno gratuitamente una consulenza personalizzata per valutare la convenienza alla prosecuzione volontaria e l’assistenza necessaria all’inoltro della domanda.
Per conoscere l’ufficio Epaca più vicino si può telefonare al numero verde 800.667711 oppure visitare il sito Internet http://www.epaca.it/

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi