il Punto Coldiretti

Fao: rafforzare il commercio di cibo sano, non a buon mercato

Proteggere il cibo sano e non il cibo in generale.  Secondo la Fao è il momento di ripensare le politiche  sul commercio mondiale di alimenti e di riscrivere standard, protocolli di produzione e sussidi  finalizzati alla corretta alimentazione. Con l’obiettivo di rafforzare il commercio di cibo sano  e nutriente piuttosto che a buon mercato.

Il rapporto presentato nei giorni scorsi  ricorda  che agevolare l’export di commodity era un imperativo post-bellico il cui senso è progressivamente cambiato "man mano queste sono diventate sinonimo di cibo processato industrialmente" e il problema dell'obesità è diventato tanto pressante quanto quello della fame.

La nuova parola d’ordine della Fao  è ”andare oltre la produzione” e presuppone un cambio di passo anche per quanto riguarda organismi come il Codex Alimentarius.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi