il Punto Coldiretti

In aumento la produzione di carne bovina Ue, cresce l’Italia

Ancora un dato positivo  per il mercato della carne bovina europea.  Secondo l’analisi della Commissione Ue elaborata dall’Ismea nel 2018  è attesa una crescita dello 0,5% della produzione al traino dei 13 nuovi Paesi  comunitari. L’incremento della produzione è nella Ue a 15 dell’1,7%, mentre balza del 4,8% nei 13 “nuovi partner”.

In particolare a crescere saranno le produzione di Italia, Francia, Gran Bretagna e Austria  e dei Paesi dell’Est con la Polonia in prima fila. Mentre a perdere posizioni sono Paesi Bassi, Germania, Belgio e Romania.

La gran parte dell'incremento di capi macellati è da attribuire al maggior numero di vitelloni e manze e dall’aumento del peso dei capi macellati. Modeste invece le macellazioni di vitelle e vitelli. A favorire il recupero degli allevamenti da carne è la ristrutturazione delle stalle da latte a seguito della grave crisi che ha colpito il settore negli anni scorsi. I due terzi della produzione di carne bovina deriva infatti da mandrie da latte che, secondo i dati della Dg Agricoltura, si sono ridotte dell’1%.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi