il Punto Coldiretti

Frutta e latte nelle scuole Ue, all’Italia 29,7 milioni

Per il programma  europeo  “Frutta e verdure nelle scuole” e “Latte nelle scuole” all’Italia sono stati assegnati rispettivamente 20.857.865 milioni e 8.924.496 milioni per l’anno scolastico 2018-2019.

Nel corso della  recente riunione del Comitato per l’organizzazione dei mercati agricoli, gli esperti del Stati membri hanno approvato le ripartizioni nazionali  per i “28”  che dovranno essere adottate dalla Commissione europea entro fine di marzo. Nell'ambito del programma, ogni anno scolastico vengono riservati 150 milioni  per gli ortofrutticoli e 100 milioni per il latte e altri prodotti lattiero-caseari, per oltre 30 milioni di alunni in tutta l'Ue.

Oltre alla distribuzione di questi prodotti, il programma dell'Ue destinato alle scuole promuove abitudini alimentari sane nei bambini e prevede appositi programmi educativi sull'importanza di un'alimentazione corretta e su come viene prodotto il cibo. Infatti, circa il 15% delle assegnazioni di aiuti sarà destinato a misure educative per promuovere abitudini alimentari sane tra i giovani, combattere gli sprechi alimentari, organizzare visite in aziende agricole e distribuire specialità locali come miele, olio d'oliva e olive, mentre il 10% dovrebbe coprire i relativi costi. La priorità deve essere data ai prodotti freschi locali rispetto agli alimenti trasformati.

Lo scorso anno sono state distribuite oltre 74mila tonnellate di ortofrutticoli e più di 285mila tonnellate di prodotti lattiero caseari a bambini di età compresa tra sei e dieci anni.

Agli Stati membri è anche consentito distribuire zuppe, composte di frutta, succhi, yogurt e formaggi (oltre a frutta e verdura fresca e latte). I prodotti con dolcificanti aggiunti e esaltatori di aromi artificiali sono vietati. Ma i prodotti con "limiti rigorosi" di zuccheri aggiunti, sale e grassi saranno ammessi come eccezione - ma solo quelli approvati dalle autorità sanitarie nazionali. I prodotti contenenti frutta aggiunta, noci o cacao come il latte al cioccolato o yogurt con frutta e alimenti aromatizzati saranno ancora ammissibili al finanziamento comunitario nell'ambito dei regimi scolastici, ma l'Ue pagherà solo la componente del prodotto che deriva dal latte.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi