il Punto Coldiretti

La Ue blocca l’import di carni da 20 stabilimenti del Brasile

Mentre è in corso (anche se si registra una fase di stallo) il negoziato con i Paesi Mercosur, l'Unione Europea blocca gli acquisti di carni dal Brasile perché non rispondenti agli standard sanitari europei e pericolosi per la salute pubblica. Sulla Gazzetta ufficiale Ue è stato, infatti, pubblicato il provvedimento che vieta l’ importazione di carne bovina e di pollame da 20 stabilimenti brasiliani

Da marzo 2017, infatti, la Commissione aveva segnalato la presenza di salmonella in carni di pollo e preparazioni a base di pollame in vari industrie del paese sudamericano e casi di frodi relative alla certificazione di laboratori per carni bovine e preparati di carni. Le autorità competenti del Paese sono state informate, ma i successivi controlli non hanno verificato l’adozione di adeguate misure correttive in Brasile. Per la Ue i prodotti non offrono garanzie sul rispetto dei requisiti richiesti e costituiscono pertanto un rischio per la salute pubblica.

I problemi sanitari rilevati in Brasile dalle istituzioni comunitarie si uniscono alle difficoltà riscontrate dall'Unione europea anche nel quadro dell'accordo commerciale con i Paesi Mercosur.

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi