il Punto Coldiretti

Protesta pastori, serve clausola di salvaguardia in bozza accordo

Serve inserire una clausola che garantisca di raggiungere l’obiettivo di un euro per il prezzo del latte pagato ai pastori da parte degli industriali che sono i diretti beneficiari delle consistenti misure di sostegno per 49 milioni di euro messe in campo da Governo e Regione. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che è necessario ora che sulla bozza di accordo sul prezzo del latte ovino in Sardegna si pronuncino i pastori impegnati da dieci giorni in una dura vertenza. L’acconto iniziale di 72 centesimi al litro è peraltro motivo di insoddisfazione perché si trova sotto i costi variabili medi di produzione certificati dal recente studio Ismea elaborato per far luce sulla crisi del settore. Non mancano però risvolti positivi nell’accordo come la volontà di inserire la presenza dei pastori nell’amministrazione del Consorzio di Tutela, con l’attuale gestione che si è dimostrata inadeguata nello svolgere i compiti di valorizzazione, e la nomina di un Prefetto per verificare eventuali errori e violazioni ma anche per controllare la legalità delle operazioni di ritiro del pecorino da destinare agli indigenti con le risorse pubbliche. Leggi


Business agromafie a 24,5 mld, subito legge sui reati a tavola

Un business di 24,5 miliardi. E’ il conto aggiornato del giro d’affari delle agromafie secondo quanto emerge dal 6° rapporto elaborato da Coldiretti, Eurispes e Osservatorio sulla criminalità nell’agroalimentare. E se si aggiunge l’italian sounding – ha spiegato il Presidente della Coldiretti, Ettore Prandini – si arriva a un valore che supera i 130 miliardi, tre volte quello dell’export del nostro agroalimentare.
Le agromafie sono diventate complesse e raffinate – ha sottolineato Prandini – e vanno combattute con un sistema punitivo più adeguato come quello previsto dalla proposta di riforma dei reati agroalimentari presentata dalla Commissione presieduta da Giancarlo Caselli, presidente del comitato scientifico dell’Osservatorio Agromafie della Coldiretti. Prandini ha chiesto dunque l’immediata calendarizzazione della legge sui reati agroalimentari, mentre occorre – ha aggiunto – che il lavoro dell’Osservatorio si svolga anche a livello Ue perché l’Europa non è esente da contaminazioni. A livello nazionale poi, per il numero uno di Coldiretti, è necessaria un’evoluzione del ministero che dovrà diventare dell’Agroalimentare. Leggi


Olio, dopo la protesta Coldiretti 100 mln dal Governo per il piano Xylella

E’ arrivata nel giro di ventiquattro ore la risposta alle richieste avanzate dagli agricoltori della Coldiretti scesi in piazza davanti Montecitorio, a Roma, il 12 febbraio per denunciare una situazione drammatica tra il dimezzamento del raccolto nazionale di olio di oliva provocato dai danni del gelo e l’avanzata della Xylella che ha già distrutto milioni di ulivi. Il giorno successivo, il 13 febbraio, è stato approvato finalmente, come richiesto dalla Coldiretti, il Piano anti Xyella in Conferenza Stato-Regioni dopo i ritardi accumulati per i rinvii della regione Puglia. Sul piatto sono stati messi 100 milioni di euro, sbloccati grazie all’incontro del 7 dicembre 2018 tra il Presidente della Coldiretti, Ettore Prandini e una delegazione della Coldiretti Puglia, guidata dal Presidente regionale, Savino Muraglia con il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi. Leggi


Pomodoro, storico accordo nazionale di filiera tra Coldiretti e Princes

Coldiretti, la principale associazione di rappresentanza degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo, e Princes Industrie Alimentari, società che gestisce a Foggia il più grande stabilimento in Europa per la trasformazione del pomodoro e parte di Princes, primario gruppo internazionale del food&beverage del Regno Unito, hanno siglato un Accordo Nazionale di Filiera per la sostenibilità e l’etica della filiera “Pomodoro 100% Italiano”. Princes offre ai produttori associati a Coldiretti la possibilità di sottoscrivere contratti di fornitura della durata di 3 anni, introducendo così un’innovazione senza precedenti per la filiera in Italia, riconoscendo anche un prezzo “equo” per il pomodoro, cioè basato sugli effettivi costi sostenuti. Leggi


economia

Vino, slitta al 25 febbraio la domanda di aiuti agli investimenti

La domanda di contributi per investimenti relativa alla campagna vitivinicola  2018-2019 è posticipata al 25 febbraio rispetto alla data fissata del 14 febbraio. E’ stata  pubblicata  il 15 febbraio la modifica  del decreto 911/2017  che detta le disposizioni nazionali di attuazione dei regolamenti Ue relativi all’applicazione della misura degli investimento nel settore vitivinicolo. Leggi


Prezzi: effetto San Valentino sui fiori, in crescita il riso

Andamento altalenante per le carni bovine, mentre  sono caratterizzati da segni positivi risi e risoni. Fermi i listini dei frumenti. A Milano  hanno perso  terreno le quotazioni della manze razza da carne extra (-1,5%) e prima qualità (-2,3%) mentre i vitelloni razza da carne extra hanno guadagnato il 3,4% e quelli  di prima qualità il 6,1% Leggi


Vino, due progetti di Vigneto Italia al vertice della graduatoria Mipaaft

Due progetti presentati dalla Coldiretti attraverso l’associazione Vigneto Italia hanno guadagnato le prime due posizioni  nella graduatoria, stilata con decreto del Mipaaft, dei progetti di promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi per l’annualità 2018-2019. Leggi


Mais e soia, i controlli slittano al 15 aprile e 15 maggio

Per la campagna di semina 2019 sono slittati i termini per  l’attuazione del programma annuale di controllo delle sementi di mais e soia. Le scadenze sono il 15 aprile per il mais e il 15 maggio per la soia. Leggi


Florovivaismo, nuova bozza per l’aggiornamento dei Criteri ambientali minimi

Proseguono al Ministero dell’Ambiente i lavori per l’aggiornamento dei Cam (criteri ambientali minimi) nell’ambito delle procedure per l’affidamento dei servizi di progettazione e gestione del verde pubblico. Leggi


fisco

Apertura partite Iva, agricoltura sul podio

Si sono mantenute sostanzialmente stabili nel 2018 le nuove partite Iva. Lo rileva l’Osservatorio del ministero dell’Economia  e delle Finanze nel bilancio relativo allo scorso anno. Per quanto riguarda i settori produttivi l’agricoltura si colloca al terzo posto con una quota del 10,8% preceduta dal commercio e dalle attività professionali. Leggi


Credito d’imposta Irap al 10% per un agriturismo senza dipendenti

Un agricoltore che svolge al contempo attività agricola di coltivazione ed attività agrituristica e che impiega lavoratori stagionali solo nell’esercizio della prima attività potrà usufruire del credito d’imposta Irap per un valore pari al 10% dell’imposta lorda determinata. Leggi


Prodotti selvatici e piante officinali: ecco il codice per l’imposta agevolata

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il codice tributo (1853) per effettuare il versamento tramite F24 dell’imposta sostitutiva Irpef per i redditi derivanti dall’attività di raccolta dei prodotti selvatici non legnosi di cui al codice Ateco 02.30 e delle piante officinali spontanee come regolata dal nuovo Testo unico in materia. Leggi


energia

Boom delle rinnovabili, bene il biogas agricolo

Crescono i consumi di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. L’ultimo rapporto pubblicato nei giorni scorsi dal Gse relativo al 2017 evidenzia come la quota dei consumi finali lordi di energia coperta da fonti rinnovabili sia pari al  18,3%, in aumento rispetto al dato 2016 (17,4%) ma anche all’obiettivo assegnato all’Italia per il 2020 (17%). Leggi


 
Banner Portale del socio Coldiretti

Stampa il Giornale

Scarica la nuova versione de Il Punto Coldiretti 6 2019 da stampare in formato A3 e piegare o in formato A4

Archivio Prime Pagine >>


europa

Prandini all’europarlamento: “Sulla Riforma Pac vietato sbagliare”

“In relazione al dibattito in corso al Parlamento europeo, in particolare nella commissione agricoltura e sviluppo rurale (competente nel merito), sulle proposte di riforma della Pac, desidero esprimere alcune preoccupazioni della mia Organizzazione sui tempi incerti della procedura e sulle conseguenze che ne possono derivare”. Inizia così la lettera inviata dal presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, a tutti i parlamentari europei in merito alla prossima Politica agricola comune. Leggi


formazione

Polo Maccarese, continuano i corsi di formazione

Continuano i corsi per imprenditori agricoli e operatori del settore organizzati dal “Polo di formazione per lo sviluppo agrozootecnico di Maccarese” e promossi da Coldiretti con il supporto di Inipa. Leggi


Rame, ecco come saranno applicate le nuove norme Ue

Il Ministero della Salute ha emanato chiarimenti in merito all’applicazione delle nuove norme sull’impiego del rame evidenziando come il 31 gennaio 2019 sia scaduto il periodo di approvazione dei relativi formulati. Leggi



TerraInnova

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi