Ultim'ora

Vino, burocrazia dimezzata con il via libera definitivo al Testo Unico 

Con l’approvazione definitiva del Testo Unico sul vino si taglia del 50% il tempo dedicato alla burocrazia, con 100 giornate di lavoro che oggi ogni impresa vitivinicola è costretta ad effettuare per soddisfare le 4mila pagine di normativa che regolamentano il settore. Ad affermarlo è la Coldiretti in occasione del via libera definitivo del Parlamento alla legge sulla semplificazioni del settore, a distanza di oltre due anni dall’avvio dei lavori parlamentari. Dal vigneto alla bottiglia l’attuale normativa rendeva necessario adempiere a più di 70 pratiche che coinvolgono 20 diversi soggetti che frenano il dinamismo imprenditoriale dei produttori italiani di vino che ha raggiunto un fatturato record di quasi 10 miliardi soprattutto grazie all’export che è stato di 5,4 miliardi nel 2015 e risulta in ulteriore aumento del 3% nei primi otto mesi del 2016. Il Testo Unico porta finalmente alla semplificazione delle comunicazioni e adempimenti a carico dei produttori, revisione del sistema di certificazione e controllo dei vini a denominazione di origine ed indicazione geografica con un contenimento dei costi, alla revisione del sistema sanzionatorio, l’introduzione di sistemi di tracciabilità anche peri i vini a IGT e norme per garantire trasparenza sulle importazioni dall’estero. Leggi 


Manovra, gli sgravi per le aziende salgono a 1,3 mld

Con il via libera della Camera la manovra di Bilancio ha superato il primo giro di boa in attesa dell’approvazione definitiva da parte del Senato, programmata nella settimana successiva al referendum del 4 dicembre. Il provvedimento varato dal Governo contiene numerose misure a favore del settore agricolo che seguono la storica cancellazione di Imu e Irap e gli altri provvedimenti della Legge di Stabilità con  un risparmio di 1,3 miliardi di euro nella fiscalità a favore delle nostre imprese. La Manovra prevede innanzitutto l’esenzione ai fini Irpef per il triennio 2017-2019 dei redditi dominicali e agrari relativi ai terreni condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola. Il provvedimento, anticipato dal Premier Matteo Renzi davanti a diecimila agricoltori della Coldiretti alla Giornata dell’Extravergine organizzata a Firenze, interessa oltre 300mila aziende agricole, per un risparmio di 230 milioni di euro per il 2018 e di 135 milioni di euro per il 2019-2020. Leggi

 


economia     

Anticipi Pac, completati i pagamenti

Agea ha completato il 28 novembre il pagamento degli anticipi della domanda Unica 2016. Lo ha reso noto il Ministero delle Politiche agricole sottolineando che sono stati erogati aiuti a 500mila aziende per un ammontare di risorse pari ad oltre un miliardo di euro. Centomila sono i piccoli agricoltori che hanno ricevuto i fondi, per un totale di 47 milioni di euro. Leggi

 

Latte, con l'etichetta il prezzo raddoppia

Raddoppia il prezzo del latte italiano dopo il via libera all’etichetta d’origine su latte e formaggi. Secondo un’analisi Coldiretti sull’andamento del mercato del latte spot, le quotazioni sono passate dai 24,7 centesimi al litro di aprile ai 47 centesimi al litro di novembre, con un aumento netto del 90 per cento. Ci sono dunque tutte le condizioni per alzare il prezzo pagato agli allevatori. Leggi

 

Pomodoro, si lavora sulla filiera

Il Ministero delle Politiche agricole ha convocato un tavolo tecnico per il pomodoro da industria, per verificare la situazione attuale di un comparto particolarmente rilevante dal punto di vista economico, ma anche importante per l’immagine dell’agro-alimentare italiano. Leggi

 

Ortofrutta più cara ma non nei campi

A spingere l’uscita dalla deflazione è l’aumento del 4,9% dei prezzi dei vegetali freschi e dell’2,8% della frutta su base mensile anche se nelle campagne i prezzi restano drammaticamente ben al di sotto dei costi di produzione in numerosi comparti, dal grano fino alle uova. Leggi

 



la novità

Decreto in Gu, fondi per il grano duro

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del Decreto ministeriale (Serie generale n. 278 del 28 novembre 2016), gli agricoltori potranno accedere ad un premio per ettaro per la produzione di grano duro legata a contratti di filiera e destinato alla produzione industriale e non alla produzione di grano “da seme”. Il premio può essere richiesto per il grano duro raccolto nel 2017 (semina dell’annata agraria 2016/2017) e prevede un ammontare di risorse complessivo pari a 10 milioni di euro. Leggi

 

fisco

Terremoto, le misure per le imprese

Fondi per il sostegno agli allevamenti, agevolazioni e rimborsi, procedure semplificate per la ripresa dell’attività produttiva e un piano per il rilancio del settore agroalimentare. Sono alcune delle misure previste dal Governo per le aziende agricole danneggiate dal terremoto che tra agosto e ottobre ha colpito i territori del Centro Italia. Il provvedimento destina quasi 11 milioni di euro per le imprese zootecniche (latte, carne bovina, ovicaprini, suini ed equini) nei comuni colpiti dagli eventi sismici. Leggi


ambiente

Biometano, in arrivo il nuovo decreto

Proseguono le consultazioni tra i Ministeri competenti rispetto all’evoluzione del sistema di incentivazione del biometano. Rispetto all’ultima bozza di decreto circolata, su cui Coldiretti si è pronunciata trasmettendo opportune osservazioni al Mipaaf, permangono ancora alcune lacune. Leggi

 


 

Sostieni le aziende terremotate con una donazione sul conto corrente c/c “Coldiretti pro-terremotati” IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000

 

la vignetta

Stampa il Giornale

Scarica la nuova versione de Il Punto Coldiretti 42 - 2016 da stampare in formato A3 e piegare o in formato A4

Archivio Prime Pagine >>



Europa

Piante e fiori, cresce l'import

Secondo il più recente rapporto sul settore florovivaistico dell’Ue, le importazioni comunitarie di piante e fiori, nel corso del 2015, sarebbero aumentate dell’8,2% in volume e del 5,3% in valore rispetto al 2014. In termini di valore, è il Kenya il principale fornitore dell’UE. Leggi


l'analisi 

Olio, volano i consumi mondiali 

In una sola generazione sono praticamente raddoppiati i consumi mondiali di olio di oliva con un balzo del 73% negli ultimi 25 anni che ha cambiato la dieta dei cittadini in molti Paesi, dal Giappone al Brasile, dalla Russia agli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna alla Germania. Leggi  


l'evento 

Clima, passi avanti a Marrakech

Si è conclusa la 22esima Conferenza delle Parti di Marrakech (COP22) sul clima. I rappresentanti di quasi 200 Stati si sono incontrati in Marocco per la riunione annuale organizzata dalle Nazioni Unite nell’ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti Climatici (UNFCC). Leggi

Universitas

Meteo

Prezzi e costi

Scadenze

Feed RSS

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti