Ultim'ora

In Gazzetta Ufficiale l'etichetta d'origine obbligatoria per latte e formaggi  

Storico via libera all’indicazione di origine obbligatoria per il latte e i prodotti lattiero-caseari che pone finalmente fine all’inganno del falso Made in Italy con tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia che sono stranieri, cosi come la metà delle mozzarelle sono fatte con latte o addirittura cagliate provenienti dall'estero, senza che questo sia stato fino ad ora riportato in etichetta. E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nell’annunciare la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.15 del 19 gennaio 2017 del decreto “Indicazione dell'origine in etichetta della materia prima per il latte e i prodotti lattieri caseari, in attuazione del regolamento (UE) n. 1169/2011 firmato dai ministri delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Un provvedimento – sottolinea Moncalvo - fortemente sostenuto dalla Coldiretti che rappresenta un importante segnale di cambiamento a livello nazionale e comunitario e che è il risultato scaturito dalla guerra del latte che abbiamo scatenato lo scorso danno contro le speculazioni insostenibili sui prezzi alla stalla e sta portando ad un sostanziale aumento dei compensi riconosciuti agli allevatori senza oneri per i consumatori". Il provvedimento riguarda - sottolinea la Coldiretti - l'indicazione di origine del latte o del latte usato come ingrediente nei prodotti lattiero-caseari. Leggi 

 

Nuove scosse e neve, strage di animali nelle zone terremotate  

Nelle aree colpite dalle scosse si contano animali morti e feriti per il crollo delle stalle rese più fragili dal peso della neve con molte strutture isolate dove non è possibile garantire l’alimentazione del bestiame. E’ l’allarme che emerge dal monitoraggio della Coldiretti sulla base delle segnalazioni giunte dalle zone terremotate che evidenziano una nuova strage di animali in un territorio a prevalente economia agricola con una significativa presenza di allevamenti di pecore e bovini molti dei quali costretti al freddo. Per le nuove scosse nel Maceratese, a Sarnano sono crollate due stalle con venticinque tra mucche e vitelli e una trentina di pecore, a Gualdo nell’azienda Beccerica sotto le macerie tra morti e feriti sono rimaste circa settanta mucche mentre nell’azienda Lai a crollare è stata la struttura temporanea dove gli animali erano stati sistemati per ripararli dalla bufera di ghiaccio, uccidendo venti tra pecore e agnelli. Solo nelle Marche si contano ora seicento mucche e cinquemila pecore al freddo nelle neve senza ripari. Leggi 


Maltempo e siccità, danni per 300 milioni alle colture

E' salito a 300 milioni il conto dei danni causati nelle campagne italiane dall’ondata di maltempo e gelo, tra interi raccolti di ortaggi invernali perduti e danni alle piante da frutta come agrumi e viti crollate sotto il peso della neve ma anche strage di centinaia di animali e perdite commerciali dovute alle difficoltà di consegna del latte e degli altri prodotti che si sono salvati dal gelo. Gli effetti del freddo si fanno sentire con un crollo della produzione del latte che si concentra soprattutto al nord dove si teme anche per il congelamento degli impianti di mungitura e di abbeveraggio mentre nel Mezzogiorno si cominciano a fare i conti di una vera strage che ha portato solo in provincia di Taranto alla morte in azienda di 270 animali, di cui 115 pecore, 65 bovini, 40 vitelli e 50 agnelli e i numeri sono purtroppo destinati a salire. Leggi


economia     

Vino, in vigore il Testo Unico

Con l’entrata in vigore del Testo Unico sul vino si taglia del 50% il tempo dedicato alla burocrazia, con 100 giornate di lavoro che oggi ogni impresa vitivinicola è costretta ad effettuare per soddisfare le 4mila pagine di normativa che regolamentano il settore. Ad affermarlo è la Coldiretti in riferimento all’entrata in vigore dal 12 gennaio della “Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino". Leggi

 

Psr, tornano i bandi per i giovani

In queste ultime settimane varie regioni, in considerazione dei buoni risultati riscontrati con il primo bando giovani aperto lo scorso anno (17.239 domande complessivamente presentate in tutta Italia), hanno provveduto a riaprire i termini per la presentazione delle domande relative al bando giovani agricoltori dei rispetti Programmi di sviluppo rurale 2014-2020. Leggi

 

Import frutta, record organismi nocivi

La Commissione europea ha pubblicato il rapporto annuale “Europhyt – Intercettazioni 2015”, relativo al sistema dell’Ue per l’intercettazione, la notifica e l’allerta rapida per la salute delle piante. La relazione fornisce una vasta gamma di analisi delle notifiche apportate al sistema nel 2015 e descrive le misure adottate dalla Commissione per affrontare i relativi rischi. Leggi

 

Attenzione ai nuovi operatori del verde

Il Ministero delle Politiche agricole ha convocato il tavolo tecnico del settore florovivaistico. All’ordine del giorno, tra gli altri punti, la richiesta da parte del Ministero dello Sviluppo economico di definire le risposte ad alcuni quesiti sorti in merito all’applicazione di quanto previsto dall’art. 12 della legge sulla costruzione, sistemazione e manutenzione del verde pubblico o privato affidata a terzi. Leggi



l'allarme 

Sos Fattoria Italia, persi 2 mln di capi

Sos nelle fattorie dove sono scomparsi 2 milioni di animali tra mucche, maiali e pecore con il pericolo di estinzione per le razze storiche e lo spopolamento delle aree interne e montane, ma a rischio c’è anche il primato dell’enogastronomia Made in Italy con la dipendenza dall’estero che per carne, salumi, latte formaggi che è vicina al 40%. Leggi


ambiente

Nuova proroga per il Sistri

Ancora proroghe per il Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti. L’ulteriore slittamento dei termini è stato disposto con l’articolo 12 del decreto legge cosiddetto “milleproroghe” che proroga fino alla data del subentro nella gestione del servizio da parte del nuovo concessionario del sistema e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2017, il cosiddetto “doppio regime”. Leggi

 

Avanzano i Contratti di Fiume

Il 2016 è stato un anno importante per il consolidamento dei Contratti di Fiume (CdF), strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali, unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. Leggi


energia 

Fer, aumenta il costo degli incentivi

Aumenta il costo degli incentivi all'energia elettrica prodotta con fonti rinnovabili non fotovoltaiche, registrato dal Contatore del Gse.  Secondo gli “Scenari di evoluzione del contatore Fer” il costo indicativo medio raggiunto lo scorso 30 novembre è stato di 5,418 miliardi di euro, con un incremento, destinato a crescere, di soli 76 milioni (in ottobre era a 5,342 miliardi). Leggi

 

Costi sbilanciamento per i produttori

In due sentenze il Tar della Lombardia ha respinto nel merito alcuni ricorsi presentati contro la delibera 522/2014 che impone anche ai produttori di elettricità da fonti rinnovabili non programmabili di partecipare agli oneri di sbilanciamento entro determinate “bande” variabili a seconda della tecnologia. Leggi

 

 

 

Sostieni le aziende terremotate con una donazione sul conto corrente c/c “Coldiretti pro-terremotati” IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000

 

Stampa il Giornale

Scarica la nuova versione de Il Punto Coldiretti 1 - 2017 da stampare in formato A3 e piegare o in formato A4

Archivio Prime Pagine >>



Europa

La carne piemontese diventa Igp

E’ stato finalmente ottenuto il riconoscimento I.G.P. per la carne di “Vitelloni Piemontesi della coscia” fortemente sostenuto dagli allevatori della Coldiretti da quando è partito l’iter nel 2009. Lo rende noto la Coldiretti stessa nel sottolineare l’importanza della tutela comunitaria avvenuta con la pubblicazione della domanda di registrazione nella Gazzetta Ufficiale Ue. Leggi


la novità 

Nuova legge e boom per la canapa 

Dai tessuti alla pasta, dalla birra ai cosmetici, dalla carta ai saponi, dai biscotti al pane ma anche detersivi, vernici o addirittura mattoni per la bioedilizia, in Italia è scoppiata la “canapamania” che ha favorito negli ultimi tre anni un aumento del 200% dei terreni coltivati a livello nazionale che oggi raggiungono quasi i tremila ettari. Leggi  


pesca 

Vongole, ridotta la taglia minima

Dal primo gennaio scorso è scattato il via libera alla deroga comunitaria che abbassa per l’Italia da 25 millimetri fino a 22 millimetri la taglia minima nella raccolta del mollusco-bivalve. Lo ricorda la Coldiretti Impresapesca.Leggi

Universitas

Meteo

Prezzi e costi

Scadenze

Feed RSS

Registrato presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione al n. 367/2008 del Registro della Stampa. Direttore Responsabile: Paolo Falcioni.
2008 © Copyright Coldiretti - powered by BLUARANCIO S.p.A. | Redazione contenuti